Cosa sono gli abandonware? Te lo spiego semplice!

Prendo spunto da un commento ricevuto sul mio profilo TikTok, sotto ad un video in cui mostro una cartuccia per la mitica console Nintendo NES. Il commento recita: “ma nessuno conosce gli abandonware?”. È un argomento molto interessante da trattare, per cui ho deciso di dedicare questa Cosa di Computer a spiegare cosa sono gli abandonware.

Cosa sono gli abandonware - Richiesta di Cosa di Computer

Se mi segui lo sai già: le Cose di Computer sono dedicate a tutte le persone “poco tecnologiche” a cui nessuno ha mai spiegato in modo chiaro i concetti necessari ad usare un computer in modo consapevole. Molto spesso queste persone non conoscono bene l’inglese, per cui evito di usare parole in questa lingua e quando lo faccio spiego subito il loro significato in italiano.

Non è possibile evitare completamente di usare l’inglese per spiegare i concetti informatici. Quindi se ti imbatti in una parola in inglese è inutile sbuffare e pensare “uffa, ma perché non si usa solo l’italiano?”. Non si può per diversi motivi:

  • Il computer è stato inventato in America
  • I sistemi operativi (come ad esempio Windows) sono stati sviluppati in America
  • Le righe di comando ed i linguaggi di programmazione sono stati inventati in America, quindi le istruzioni sono state pensate in inglese
  • Molti termini che definiscono i concetti informatici non hanno alcun senso se vengono tradotti in Italiano

Torniamo alla spiegazione di cosa sono gli abandonware. Partiamo dal significato letterale: “abandonware” è un termine che è la fusione di due altri termini. Rispettivamente “abandon”, che vuol dire abbandonare, e “ware”, che è la parte finale della parola “software“, un sinonimo del termine “programma” (inteso come programma per computer). Sono dunque programmi (soprattutto videogiochi) usciti da qualche anno ma che non hanno più alcun interesse commerciale, tipicamente perché:

  • L’hardware (computer o console) ed il sistema operativo per il quale erano stati programmati sono obsoleti
  • Nessuno è più disposto ad acquistarli, magari perché hanno una grafica molto datata oppure sono stati soppiantati da programmi migliori
  • Il loro produttore è nel frattempo fallito

Essendo ancora protetti dal diritto di proprietà intellettuale, tecnicamente diffonderli su internet è un atto di pirateria informatica. Non potendo però generare guadagni, questa pratica è ampiamente tollerata. In rete si trovano moltissimi siti dedicati alla diffusione di abandonware, in particolare giochi molto vecchi ma ancora parecchio divertenti da giocare. Per poterli eseguire serve molto spesso un emulatore, oppure una patch (un software aggiuntivo) che lo renda compatibile su un computer moderno. Vuoi giocare gratis ad un abandonware? Ti suggerisco l’ottimo sito dedicato Giochi Abandonware. Buon divertimento!

Impara l'informatica in due minuti al giorno: iscriviti alle cose di computer!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.