Crittografia: cosa significa? Te lo spiego semplice

Crittografia: cosa significa questo termine esattamente? La crittografia è il concetto chiave per comprendere tutta la sicurezza informatica. Per spiegarlo bene partiamo subito con un esempio. Considera tre persone:

  • Alice, la ragazza di Bob
  • Bob, il ragazzo di Alice
  • Eve, un’impicciona

Prima che tu mi creda un sessita sessista per aver dato un nome femminile all’impicciona, sappi che i nomi non sono casuali. Alice comincia con la “A”. Bob comincia con la “B”. Alice e Bob sono chiamati così solo per farti capire meglio il concetto: è più intuitivo pensare a due persone che a due lettere dell’alfabeto. “Eve” si chiama così perché assomiglia al termine “eavesdropper”, che in inglese significa “intercettatore”.

Essendo amanti, Alice e Bob vogliono comunicare senza che Eve sia in grado di capire cosa si dicono. Non è possibile impedire ad Eve di intercettare il messaggio, quindi l’unica soluzione possibile è quella di rendere il messaggio leggibile solo da Alice e Bob.

La crittografia (o cifratura) è un procedimento matematico che fa proprio questo: rende qualunque parola leggibile solo dal possessore di una chiave. La chiave può anche essere anche chiamata “cifrario”.

Il “cifrario di Cesare” è probabilmente il cifrario più antico di cui siamo a conoscenza. Consiste semplicemente di un numero, ad esempio 3. Per cifrare un messaggio devi usare la lettera 3 posizioni avanti nell’alfabeto, mentre per decifrarlo devi usare la lettera 3 posizioni indietro. Ad esempio il nome “Danilo Cimino” cifrato col cifrario di Cesare e con chiave 3 è:

Gdqnor Fnpnqr

Ovviamente questo è un algoritmo di cifratura molto semplice. Non è molto difficile indovinare la chiave di un messaggio crittografato col cifrario di Cesare, ma è sufficiente a scoraggiare un certo numero di persone dal tentare di decifrarlo. Di sicuro è molto meglio che usare un testo completamente in chiaro!

Questo è tutto quello che ti serve per capire la crittografia. Esistono algoritmi di cifratura molto più avanzati rispetto al cifrario di Cesare, che usano chiavi di cifratura molto più lunghe e difficili da indovinare.

Tutta la sicurezza informatica si basa sul fatto che neanche il computer più potente del mondo sarebbe mai in grado di indovinare una chiave abbastanza lunga. Questo è il motivo per cui i siti ed i programmi richiedono password particolari. In un’altra cosa di computer suggerisco un metodo per scegliere una buona password senza impazzire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Exit mobile version