Thimbleweed Park, l’ultima geniale avventura grafica di Ron Gilbert

Tempo di lettura: 2 minuti

Sono un appassionato di avventure grafiche ed un nostalgico retrogamer. I giochi di avventura grafica sono in assoluto i miei preferiti. Quando ho saputo che Ron Gilbert e Gary Winnick, i geniali autori di Maniac Mansion e di Monkey Island, avrebbero prodotto una nuova avventura grafica ho cominciato a non stare più nella pelle! I due hanno realizzato il gioco, Thimbleweed Park, attraverso una campagna di crowdfunding.

Screenshot di Thimbleweed Park

“Piano, Danilo, che cavolo è il crowdfunding?”. Hai ragione. Andiamo con ordine: cos’è un gioco di avventura grafica? E’ una specie di film interattivo. Ci sono uno scenario, un inventario ed una lista di azioni. Puoi ordinare ad un personaggio di fare qualcosa, ad esempio usare un elemento dell’inventario con un elemento dello scenario (“usa sega elettrica con cespuglio”). Lo scopo del gioco è portare avanti la storia fino a concluderla.

Riguardo al crowdfunding, in italiano il termine si traduce più o meno come “finanziamento dalla folla“. Crei un progetto (ad esempio un film, un gioco, un video musicale o altro), carichi una pagina di presentazione e ricevi finanziamenti dalle persone interessate a quel prodotto. In pratica è come se tu ne facessi una prevendita.

Ho installato subito il gioco, non appena è uscito. E’ fantastico! E’ un giallo / thriller ambientato negli anni ’80. I colori usati sono un po’ cupi e richiamano quelli di Stranger Things. Ci sono richiami continui a quegli anni. I personaggi principali sono due agenti FBI: un uomo coi capelli scuri ed una donna coi capelli rossi. Riesci a cogliere il riferimento?

Thimbleweed Park si finisce in poche ore e non è particolarmente difficile da risolvere. Le uniche volte in cui mi sono trovato “incastrato” è stato solo per colpa mia: non avevo prestato abbastanza attenzione ai dettagli. Gilbert e Winnick sanno bene che ormai si trovano le soluzioni online, il mercato dei videogiochi è cambiato e non avrebbe più senso produrre giochi difficili da risolvere (come Maniac Mansion e Monkey Island).

Scaricalo: è un vero capolavoro. E’ disponibile praticamente per qualunque sistema operativo, persino Linux. Qui trovi il sito ufficiale.


Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti subito alle Cose di Computer per ricevere automaticamente i nuovi articoli. E' gratis e non ti invierò spam, promesso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *