Trasformare un telefonino in una radio – Tutorial pratico

Tempo di lettura: 2 minuti

Hai anche tu un cassetto pieno di vecchi cellulari? Hai ancora da qualche parte un vecchio PC? Non buttarli via! L’ecologia e la lotta agli sprechi sono due miei valori fondamentali, quindi cerco sempre di riutilizzare tutto. In questo breve tutorial ti mostro come trasformare un telefonino in una radio.

Avevo nel cassetto un vecchissimo cellulare LG su cui gira Android versione 2. Un buon telefono (per l’epoca), costruito con plastica bianca abbastanza solida ma parecchio rovinato: lo schermo è ricoperto di graffi e la scocca è pesantemente scolorita e consumata. Questo telefonino è praticamente inutile ma ha preinstallata l’App “Radio FM”, che funziona sfruttando il cavo delle cuffie, delle casse o degli auricolari come antenna. E’ difficile trovare quest’app sui telefoni moderni, si tratta indubbiamente di un retaggio del passato.

Cosa fare di un rottame del genere?

Decido di installare delle casse nel bagno di casa mia, per ascoltare la musica mentre sono sotto la doccia, e di attaccarvi il telefono. Et voilà: una comoda radiolina da bagno ottenuta da un vecchio catorcio di cellulare che altrimenti avresti buttato via (spero negli appositi cassonetti od isole ecologiche, visto che si tratta di un RAEE!!!)

Trasformare un telefonino in una radio non è la sola cosa che puoi fare con un vecchio dispositivo come questo. Pubblicherò altri articoli dedicati all’argomento, potrai trovarli tutti nell’apposita rubrica del blog: “Riutilizza i vecchi cellulari e PC“, in cui suggerisco possibili utilizzi di vecchi dispositivi, magari lasciati a prendere polvere in un cassetto. Ti posso assicurare che anche il più “antico” dispositivo che hai a casa può, con un pizzico di fantasia ed un’app spesso gratuita, essere ancora utile!

Se hai un vecchio telefono o un dispositivo che non utilizzi più, non buttarlo via! Potrebbe servirti per fare qualcosa di utile. Così facendo contribuirai al salvataggio del pianeta, ed io e Greta Thumberg ti saremo grati!


Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti subito alle Cose di Computer per ricevere automaticamente i nuovi articoli. E' gratis e non ti invierò spam, promesso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *