Cosa sono i tracker?

Rispondo ad un paio di richieste di cosa di computer. Mi hanno segnalato un messaggio po’ incomprensibile da perte del browser web Safari: “negli ultimi 7 giorni Safari ha impedito la tua profilazione a 101 tracker noti”. Stessa cosa per Samsung Internet Browser, il browser web di Samsung che si trova preinstallato sui molti telefoni Android: avvisa l’utente del blocco di 150 tracker. Cos’è la profilazione? Cosa sono i tracker?

Messaggio in cui mi si chiede cosa sono i tracker
Altro messaggio in cui mi si chiede cosa sono i tracker

Per capire bene l’argomento devi innanzitutto capire il modello di business (ovvero il modo di guadagnare soldi) di Google e di Facebook. Essi guadagnano con le inserzioni pubblicitarie. Hai presente quando su Facebook ti compare un “post sponsorizzato”?

Cosa sono i tracker - Esempio di post sponsorizzato su Facebook

Sono post normali dei quali viene aumentata, a pagamento, la visibilità: vengono mostrati a più persone. La stessa cosa vale per Google: con Adsense (il sistema pubblicitario di Google) chiunque può acquistare un banner pubblicitario (un piccolo riquadro) all’interno di un sito web.

Le aziende che pagano per la pubblicità vogliono che essa sia più “mirata” possibile. Te lo faccio capire meglio con un esempio. Se cerchi la parola “materasso”, Google se lo ricorda e la prossima volta che navighi su un sito è quasi certo che vedrai comparire la pubblicità di un’azienda che vende materassi.

Il “tracciamento” (in inglese “tracking”) è un’operazione che consiste proprio in questo: ricordarsi le ricerche fatte da un utente per poterlo “profilare”, ovvero per poterne costruire un profilo pubblicitario. In questo modo le aziende pagano per ottenere una pubblicità più efficace: se cerchi un materasso è più probabile che tu vada a cliccare o a toccare su una pubblicità che riguarda i materassi.

Il “tracker” (in italiano “tracciatore”) è un programma che effettua la tracciatura e la profilazione di un utente su internet. Safari, il browser web di Apple, seguendo una politica aziendale fortemente orientata alla privacy, è in grado di riconoscerli e di bloccarli. Anche Samsung Internet Browser li blocca, avvisando l’utente. Ciò non vale ovviamente per Chrome, che essendo offerto da Google non ha alcun interesse a bloccare la profilazione degli utenti.

Impara l'informatica in due minuti al giorno: iscriviti alle cose di computer!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.