Powerbank che esplode: perché succede?

Ho ricevuto una richiesta di cosa di computer via mail. Una follower mi segnala di avere un databank (meglio noto col termine “powerbank”) che si è gonfiato e che mantiene molto meno la carica. Ne approfitto anche per spiegare il “fenomeno” del powerbank che esplode (ci sono purtroppo diversi articoli di giornale che riportano incidenti anche seri). Ho già in parte trattato l’argomento nella cosa di computer in cui spiego come sia possibile che un cellulare esploda.

Powerbank che esplode - Richiesta di cosa di computer
Notizia di cronaca che racconta di 8 feriti dovuti ad un powerbank che esplode

Cos’è un powerbank? È una batteria portatile. Serve principalmente a ricaricare i cellulari quando si è in giro e non si ha a disposizione una presa di corrente. Una batteria è una componente elettronica che produce elettricità. L’elettricità è un flusso di elettroni. Le batterie generano questo flusso sfruttando una reazione chimica. Esse contengono due piastre metalliche (chiamate anodo e catodo) immerse in un liquido e separate fra loro da una membrana.

Powerbank che esplode: schema di funzionamento di una batteria

Quando l’anodo ed il catodo vengono a contatto tra loro, la batteria inizia a scaldarsi. Viene anche emesso un gas che può farla gonfiare. Se la combustione è abbastanza veloce, la batteria esplode. È lo stesso principio di funzionamento delle bombe: esplodono perché il combustibile al loro interno (la polvere da sparo) brucia tutta insieme. Se bruciasse a poco a poco, l’esplosione non avverrebbe.

Un powerbank che esplode, dunque, è un powerbank in cui l’anodo ed il catodo sono venuti a contatto tra loro, provocando un surriscaldamento che potrebbe portare ad un’esplosione. Se il powerbank si gonfia, si potrebbero formare delle crepe, e da queste potrebbe fuoriuscire un gas velenoso. Nella stragrande maggioranza dei casi ciò avviene perché il powerbank è di scarsa qualità oppure molto usurato.

Per evitare brutte sorprese ti consiglio di:

  • Buttare via subito i powerbank che si gonfiano. Sono pericolosissimi
  • Evitare di acquistare powerbank troppo economici. Ci sono in giro delle vere schifezze, messe assieme usando vecchie batterie in serie e senza alcuna protezione

Non risparmiare sui powerbank! Vale la pena spendere qualche euro in più per avere un oggetto di qualità.

Questa cosa di computer è stata scritta grazie al prezioso contributo di Daniele, un amico appassionato di elettronica.

Impara l'informatica in due minuti al giorno: iscriviti alle cose di computer!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.