Quanto costa un sito web? Panoramica delle opzioni a disposizione

Tempo di lettura: 3 minuti

Ecco una domanda ricorrente ma troppo generica: quanto costa un sito web? Molti non sanno cosa sia esattamente un sito web e lo vogliono solo “perché ce l’hanno tutti” e perché “se non sei su Google non esisti“. Queste frasi possono essere vere e false allo stesso tempo. Per capire il perché bisogna prima capire cos’è un sito, quali sono i tuoi obiettivi e quali opzioni hai per crearne uno. Partiamo dall’inizio.

Google, Wikipedia e Facebook sono siti web come qualunque altro! Sono basati sulle stesse tecnologie. Un sito web è un qualunque insieme di pagine che puoi raggiungere usando un browser web (il programma che usi per andare “su internet“, ad esempio Google Chrome) e digitando un indirizzo.

La prima domanda che faccio a chi mi chiede un sito è: “a cosa ti serve?“. Non dovresti mai realizzare un sito web solo perché “ce l’hanno tutti” o perché tutti i tuoi concorrenti ne hanno uno. Devi avere in mente un preciso scopo di marketing. Potrebbe essere finalizzato a portare clienti alla tua attività, oppure per vendere prodotti online (ecommerce). Quindi la risposta a “quanto costa un sito web” è banalmente: “dipende!” Ecco le varie opzioni a tua disposizione:

Opzione 1: fai-da-te (gratis)

Puoi realizzare un sito web gratis con Wix. Ne parlo ampiamente in questo articolo. Se vuoi che la tua attività compaia su Google puoi inserirla gratuitamente su Google My Business e su Paginegialle. Molto spesso è sufficiente anche solo creare una pagina Facebook per spuntare tra i risultati.

Opzione 2: Usare un CMS (a pagamento)

Un CMS (in inglese “Content Management System“, “sistema di gestione dei contenuti”) è un sito web già fatto, pronto per essere personalizzato per l’uso che ti serve. Il CMS più usato è WordPress. Per fare un sito in WordPress ti servirà l’aiuto di un professionista, a meno che tu non sappia da solo come fare a comprare un dominio ed uno spazio web, installarci sopra un database ed i file di WordPress ed operare le personalizzazioni. WordPress è gratis. Quello che pagherai al professionista sarà il compenso per le ore che gli servono per la personalizzazione. Non stupirti se ti vengono richieste cifre che consideri “alte” (1.000 – 2.000 euro ed oltre) per un sito in WordPress: posso assicurarti che il lavoro da fare è parecchio.

Opzione 3: Usare un sito personalizzato fatto da zero (a pagamento)

Programmare un sito da zero è un’operazione che richiede un monte ore di lavoro esagerato. Questa è l’unica opzione possibile se ti serve un sito particolare per cui non esiste un CMS adattabile. I gestionali web ne sono un esempio: sono siti realizzati praticamente “su misura” per te. Cifre tipiche per questo tipo di siti sono 10.000 – 20.000 euro, ma a volte anche parecchio di più. Si trovano in rete offerte di lavoro per realizzare gestionali a 1.500 euro: ti consiglio di non fare proposte del genere, sarebbe davvero di cattivo gusto.


Sei già iscritto alle Cose di Computer? Se non lo sei, iscriviti subito: è gratis e non ti invierò spam, promesso!

Vuoi che ti spieghi un concetto informatico? Clicca qui per richiedere la tua Cosa di Computer!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Exit mobile version