Icona di salvataggio dei file: da cosa deriva?

Tempo di lettura: 2 minuti

Ecco una breve storia triste. Sono nato nel 1982, il mio primo PC è stato un IBM PS/2 che purtroppo non possiedo più (si tratta di un pezzo da collezione molto ricercato nei gruppi degli appassionati). Ho una sorella molto più giovane di me. Guarda una mia foto mentre tengo in mano un floppy disk ed esclama “ah, ecco l’icona per salvare!”. Fine della storia triste. Perché l’icona di salvataggio viene rappresentata in quel modo? Perché dovrebbe essere rappresentativa dell’atto di salvare un file ma al momento attuale non lo è più.

Mi rendo perfettamente conto di essere abbastanza vecchio da ricordarmi i mitici floppy. La frase di mia sorella mi ha scioccato perché in effetti chi è nato/a dopo il 2000 non ha idea di cosa sia un floppy. Però usa benissimo i computer, si ritrova spesso davanti quell’immagine e la associa al salvataggio di un file senza sapere perché.

Ormai abbiamo una rete internet molto veloce. I programmi e le app si scaricano direttamente dalla rete. Non è stato sempre così: negli anni ’90 i videogiochi e gli altri software potevano essere acquistati nei negozi specializzati oppure addirittura in edicola. Ti portavi a casa una scatola contenente uno o più manuali cartacei e dei floppy sui quali erano memorizzati i software che avevi comprato.

I floppy sono dei cosiddetti supporti: sono dei dispositivi che consentono di memorizzare in modo persistente alcune informazioni, contenute all’interno di “contenitori virtuali” chiamati file. Quando vennero introdotte le prime interfacce grafiche negli anni ’90, gli unici supporti disponibili erano i floppy. E’ stato quindi piuttosto naturale sceglierli come modello per l’icona di salvataggio dei file.

Credo che sia un problema che vada risolto. Se vai su portali come iconfinder (un sito dal quale puoi scaricare centinaia di migliaia di icone) e cerchi “save”, ti compaiono quasi esclusivamente icone che raffigurano i floppy drive. Credo che sia una scelta grafica oramai obsoleta.


Sei già iscritto alle Cose di Computer? Se non lo sei, iscriviti subito: è gratis e non ti invierò spam, promesso!

Vuoi che ti spieghi un concetto informatico? Clicca qui per richiedere la tua Cosa di Computer!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Exit mobile version