Backup WhatsApp: va fatto?

Rispondo ad una richiesta di cosa di computer. Mi viene segnalato che gli smartphone chiedono di fare il backup delle chat di WhatsApp, ma che ogni tanto esso fallisce. Mi si chiede se sia opportuno ignorare il messaggio. Ma il backup WhatsApp va fatto? Assolutamente si. Vediamo perché e come risolvere eventuali problemi.

Richiesta di cosa di computer in cui mi si chiede se il backup WhatsApp va fatto

Cos’è un “backup”, intanto? Questo termine inglese può essere tradotto come “sostegno” o “rinforzo”. In ambito informatico, il “sostegno” in questione riguarda la soluzione alla perdita dei dati su PC e cellulari. I dati sono contenuti all’interno dei file, per cui per evitarne la perdita bisogna periodicamente memorizzarli su un “supporto” (ovvero un dispositivo esterno come ad esempio un hard disk USB), oppure un “cloud” (che è una specie di hard disk accessibile via internet).

Questo vale anche per altri tipi di dati che sarebbe opportuno non perdere, come ad esempio le email ed i messaggi di WhatsApp. Le mail vengono conservate direttamente sul server del vostro “provider” (il fornitore della casella di posta, ad esempio Gmail). I messaggi di WhatsApp invece no: vengono conservati sul tuo cellulare. Se il telefono si rompe e non hai un backup di WhatsApp, perderai tutti i messaggi. Quindi si: il backup WhatsApp va fatto, eccome!

Poiché non è possibile fare un backup delle chat di WhatsApp su hard disk esterno (sarebbe difficile collegarlo ad un cellulare), l’unica soluzione accettabile rimane il cloud. Se hai Android, le chat di WhatsApp vengono salvate su Google Drive. Se hai un iPhone, invece, esse vengono salvate su iCloud. Il backup delle chat viene effettuato automaticamente una volta al giorno.

Che fare se non è possibile completare il backup? Molto spesso l’errore è dovuto alla mancanza di spazio: Google Drive offre 15 GB di spazio gratuito, mentre iCloud solo 5 GB. Nella maggior parte dei casi, le chat di WhatsApp contengono un sacco di roba inutile (tipicamente foto, video o immagini). Puoi dunque provare a svuotare le chat o a cancellare a mano foto e video inutili, e riprovare a fare il backup (ti rimando all’ottima guida ufficiale di WhatsApp).

Se il backup continua a non andare, conviene acquistare dello spazio extra su Google Drive o su iCloud. Sono pochi spiccioli al mese che però vale la pena investire per evitare di ritrovarsi senza più le chat di WhatsApp.

Impara l'informatica in due minuti al giorno: iscriviti alle cose di computer!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.