Cosa significa IoT

Ho ricevuto un commento dal mio canale TikTok. Riguarda la Cosa di Computer in cui propongo la mia personale classificazione dei tipi di computer. Mi si fa notare come io abbia omesso di elencare gli IoT tra i vari tipi di computer. In realtà i dispositivi che fanno parte della IoT (“Internet of Things”, “internet delle cose”) sono sì dei computer, ma non appartengono a nessun tipo particolare (almeno secondo la classificazione che uso io di solito). Indaghiamo più a fondo: Cosa significa IoT?

Cosa significa IoT

Vediamo come la definisce Wikipedia:

Internet delle cose (IdC o IoT, acronimo dell’inglese Internet of things), nelle telecomunicazioni è un neologismo riferito all’estensione di Internet al mondo degli oggetti e dei luoghi concreti.

Definizione perfetta. Per chi non ha dimestichezza col mondo dell’informatica, provvedo ora io a spiegare meglio cosa significa IoT più in concreto.

Se mi segui e già sai cos’è internet salta pure questo paragrafo. Internet è una rete di computer, ovvero un’infrastruttura pensata per consentire ai computer di comunicare tra di loro scambiandosi dei dati. Qualunque dispositivo in grado di eseguire del software (ovvero dotato di una CPU) può potenzialmente essere collegato ad internet.

Internet of Things è l’estensione di questo concetto a tutti gli oggetti ed i luoghi del mondo, come definito in modo egregio da Wikipedia. Questo vuol dire, detto in modo molto grezzo, che grazie alla tecnologia moderna posso trasformare un oggetto qualunque (ad esempio una presa elettrica) in un oggetto IoT. Nel caso di una presa elettrica questo vuol dire darle la possibilità di essere attivata o disattivata attraverso internet, magari attraverso un’app installata sul tuo smartphone.

Ecco altri esempi: grazie ad IoT posso monitorare flotte aziendali o veicoli a noleggio, macchinari agricoli, macchinari impiegati nelle fabbriche o sistemi di videosorveglianza. Insomma: praticamente qualunque cosa. IoT è anche un insieme di tecnologie, che sono appunto quelle finalizzate a rendere possibile tutto questo. La tecnologia chiave è quella RFID: consente di inserire una CPU collegata ad un’antenna dentro ad un adesivo (o altro oggetto analogo) e funziona senza bisogno di alimentazione da rete elettrica: tutto viene alimentato con le onde radio ricevute.

Impara l'informatica in due minuti al giorno: iscriviti alle cose di computer!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.