Sistema operativo da disco esterno: si può fare?

Ho ricevuto un commento al video YouTube in cui spiego cos’è la crittografia end-to-end. Mi si chiede se sia possibile attaccare un disco esterno ad un computer per poterne migliorare le prestazioni. No, non è possibile. Però una cosa più facile da fare è installare e far partire il sistema operativo da un disco esterno. Ho deciso di dedicare una Cosa di Computer all’argomento perché mi dà l’occasione per spiegare molti concetti utili.

Se già sai cosa sono computer, programmi, sistemi operativi e hard disk salta pure questo paragrafo. Il computer è un oggetto che esegue programmi. Ad esempio: Microsoft Word. Per poter funzionare ha bisogno di un sistema operativo, ovvero di un programma “di base” che ne gestisca le funzionalità più elementari. Il più diffuso sistema operativo per PC è Windows.

Chi usa un PC con Windows lo sa: col tempo rallenta. Il motivo è semplice: quando Microsoft lo aggiorna, Windows diventa più esigente dal punto di vista delle risorse computazionali, perché vengono aggiunte nuove funzionalità che fanno si che il computer lo esegua più lentamente. Prima o poi tutti i computer diventano obsoleti e vanno sostituiti.

Torniamo al commento che ho ricevuto: perché attaccare un disco esterno dovrebbe migliorare le prestazioni? Semplice: il computer legge in continuazione dati dall’hard disk. Quindi più un hard disk è veloce e più il computer va veloce. Una SSD è un hard disk di nuova generazione che è più veloce di quelli “tradizionali” (per motivi che non ha importanza conoscere). Usare una SSD al posto di un Hard Disk può incrementare le prestazioni del computer.

Non è possibile attaccare una SSD solo per velocizzare il caricamento della pagine web. È possibile però installare il sistema operativo su una SSD, e questo può essere fatto in due modi:

  1. Sostituire l’hard disk con una SSD ed installarvi sopra il sistema operativo
  2. Nei casi in cui non sia possibile sostituire l’hard disk (alcuni computer tra i quali i Mac Mini non lo consentono) si può installare il sistema operativo su una SSD esterna ed attaccarla ad una porta USB ad alta velocità

L’approccio migliore è il primo, perché è il più veloce. Io ho usato il secondo approccio con un Mac Mini che non avevo voglia di smontare, per non far scadere la garanzia. Quando è scaduta però l’ho subito aperto e ho sostituito l’hard disk con una SSD, ottenendo un ulteriore incremento delle prestazioni.

Far partire un sistema operativo da disco esterno non è possibile per Windows (almeno non ufficialmente). Se sei “smanettone” e vuoi comunque tentare trovi un ottimo tutorial a questa pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *