Come capire se sei stato hackerato

Rispondo ad una richiesta di Cosa di Computer ricevuta via mail. Mi si fa una domanda sacrosanta a cui effettivamente non ho mai risposto: come capire se sei stato hackerato?

Come capire se sei stato hackerato

Cos’è un hacker? Non è altro che un esperto di sicurezza informatica. Egli può usare le sue capacità a fin di bene (ad esempio per rintracciare reti di pedofili o altri soggetti poco raccomandabili) oppure con scopi malevoli, ad esempio programmare un virus che tenti di rubarti i codici di accesso al tuo conto bancario.

“Hackerare” vuol dire essenzialmente intrufolarsi in un sistema protetto da credenziali di accesso, sfruttando delle falle di sicurezza dovute al fatto che i programmi contengono sempre dei bug (errori di programmazione). Nel caso di Facebook e della casella email, per essere “hackerati” bisogna che l’attaccante (l’hacker) venga in possesso della tua password.

Per evitare che qualcuno ti hackeri l’email o l’account Facebook devi scegliere una password abbastanza lunga che non contenga informazioni personali su di te (è meglio non usare la tua data di nascita, il nome di tuo figlio o la targa della tua auto). Se possibile usa sempre l’autenticazione a due fattori (ovvero la conferma con un codice ricevuto via SMS): è seccante ma molto sicuro, perché per accedere al tuo account l’hacker dovrebbe indovinare la tua password e contemporaneamente averti anche rubato il cellulare.

Per evitare che qualcuno ti spii attraverso il cellulare o il PC devi fare in modo che essi non eseguano programmi indesiderati. Un computer infatti è un apparecchio elettronico che esegue programmi (e questo vale anche per i cellulari). I virus non sono altro che programmi che compiono azioni indesiderate. La contromisura consiste quindi, banalmente, nell’evitare di eseguire programmi di cui non si conosce l’origine.

Se hai un iPhone o un Mac (cioè un computer prodotto da Apple) puoi stare sicuro che nessuno ti spierà mai: su questi computer possono essere eseguiti solo programmi approvati da Apple. Se hai un cellulare Android (ovvero un qualunque telefono che non sia marca Apple) fai attenzione a scaricare app solo dal Google Play Store: sono verificate da Google (anche se a volte se ne lasciano scappare qualcuna non lecita).

Il problema grosso è dato dai PC con Windows, che sono quelli più vulnerabili. Per evitare brutte sorprese ti consiglio di:

  • Non cliccare mai su un file .exe, a meno che tu non sia assolutamente certo della provenienza dello stesso
  • Tieni sempre attivo ed aggiornato l’antivirus. Windows Defender (quello preinstallato in Windows 10) funziona benissimo, non c’è bisogno di installarne un altro

Ora che hai le idee più chiare, come capire se sei stato hackerato anche dopo aver preso le dovute precauzioni? Per Facebook e per la mail ti basta controllare che non siano stati inviati messaggi e commenti strani. Per i PC ed i cellulari Android basta invece fare una scansione approfondita con un programma antivirus.

Impara l'informatica in due minuti al giorno: iscriviti alle cose di computer!

2 commenti su “Come capire se sei stato hackerato”

    1. Danilo Cimino

      Mi spiace! Ti andrebbe di condividere con me la tua esperienza? Potrei scrivere una cosa di computer dedicata all’argomento. Fammi sapere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *