Cos’è un driver? Te lo spiego semplice!

“Per usare la tua nuova scheda video devi installare il driver”. “Aggiorna il driver altrimenti la tua stampante non funzionerà!”. Quanto spesso senti queste frasi? Ma soprattutto: che cos’è un driver? Vediamo cosa dice Wikipedia:

Esso permette al sistema operativo di utilizzare l’hardware senza sapere come esso funzioni, ma dialogandoci attraverso un’interfaccia standard, i registri del controllore della periferica, che astrae dall’implementazione dell’hardware e che ne considera solo il funzionamento logico. In questo modo hardware diverso costruito da produttori diversi può essere utilizzato in modo intercambiabile.

Con tutta la modestia del mondo, questa definizione è comprensibile solo da persone abbastanza “tecnologiche”. Molte persone non sanno cosa sia un sistema operativo, un’interfaccia, un registro, una periferica o un controllore. Ti spiegherò io cosa siano i driver riportandoti una mia esperienza personale.

Il mio primo computer è stato un IBM PS/2 (se mi segui scusami per la ripetizione, perché credo di averlo scritto già moltissime volte) su cui girava IBM DOS, che di fatto era MS-DOS con un altro nome.

Cos'è un driver? Un IBM PS/2

Questo computer aveva una scheda video molto strana, cosa che i dava molto fastidio perché non mi consentiva di giocare a tutti i giochi. Potevo giocare solo ai videogiochi che supportavano quella determinata scheda video. Per far partire un gioco, dovevo prima aprire un programma di configurazione, contenuto nel gioco stesso, che mi chiedeva di scegliere il mio modello di scheda video.

Se la mia scheda video non era nell’elenco di quelle supportate non c’era verso di giocare. Perché? Semplice: ogni videogioco dell’epoca doveva contenere un programma in grado di comandare la scheda video per poterla utilizzare. Questo programmino si chiama “driver”, che in italiano significa “pilota”, perché è appunto il pilota (il guidatore) di un determinato dispositivo.

Con l’arrivo di Windows questo problema è stato risolto: questo sistema operativo consentiva ai produttori di schede video (ma anche di altri dispositivi) di scrivere driver per Windows stesso. In altre parole: sotto MS-DOS un programma doveva per forza saper dialogare direttamente con la scheda video. Sotto Windows invece un programma doveva solo saper dialogare con Windows, che poi “smistava” le istruzioni al driver. Poiché il driver era scritto dal produttore del dispositivo, il funzionamento era garantito al 100% (anche se esistono casi eclatanti di driver scritti da aziende importanti che mandano completamente “in palla” il computer).

Impara l'informatica in due minuti al giorno: iscriviti alle cose di computer!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.