Disattivare la modalità stand by: quando e come farlo

Rispondo ad una richiesta di Cosa di Computer ricevuta dalla mia pagina Facebook. Un’utente mi ha segnalato un problema col suo PC: quando resta acceso va in ibernazione senza mai più riprendersi. In questi casi l’unica soluzione è disattivare la modalità stand by. A cosa serve esattamente e perché in molti casi va disattivata?

Disattivare la modalità stand by

Un computer è un apparecchio elettronico, pertanto consuma corrente elettrica. Questi vale per tutti i tipi di computer: smartphone, tablet e smart watch (si, anche loro sono computer come tutti gli altri, solo che sono più piccoli). I primi personal computer lanciati sul mercato consumavano grosse quantità di corrente elettrica: non erano pensati per farti risparmiare sulla bolletta. Nel 1992 nacque un progetto governativo statunitense denominato “Energy Star”: proponeva degli standard costruttivi per i computer finalizzati a ridurne l’impatto ambientale in termini di consumo di corrente.

Disattivare la modalità stand by

Per far sì che un computer consumi meno corrente bisogna progettare le sue componenti in modo da essere più efficienti. Bisogna anche spegnere le sue componenti quando non vengono usate. Ad esempio, l’hard disk viene spento e riacceso automaticamente quando i programmi non stanno leggendo file. Inoltre, per evitare che il computer venga lasciato inutilmente acceso (perché magari si è in ufficio e si viene chiamati da qualcuno, oppure per banale dimenticanza) è prevista la modalità stand-by, chiamata anche “ibernazione”.

In questa modalità il computer consuma pochissima energia e può essere riacceso premendo un tasto o muovendo il mouse. Fantastico, se non fosse per un piccolo problema: sui PC con Windows molto spesso non funziona! Windows infatti è un sistema operativo pensato per andare bene su computer costruiti da diverse aziende (Dell, HP, ACER ed altre). È impossibile pretendere che funzioni bene su decine di migliaia di macchine diverse.

Ti consiglio di fare così: disattiva la modalità stand-by. È sempre meglio spegnere il PC quando non lo usi e riaccenderlo quando ti serve. Se vuoi comunque usarla, fai prima una prova: mettilo in ibernazione e prova a vedere se si riaccende premendo un tasto. Se non si riaccende, cerca su internet le istruzioni per disattivare la modalità stand by ed applicale: è meglio lasciare un PC acceso per un po’ che rischiare di rovinare i dati o il sistema operativo.

Impara l'informatica in due minuti al giorno: iscriviti alle cose di computer!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.