Penna USB non leggibile: cosa fare?

Ho ricevuto una richiesta di Cosa di Computer via mail: mi si chiede se una penna USB non leggibile da una smart TV possa essere letta con altri dispositivi. Mi si chiede anche se il problema possa essere la capacità elevata (in questo caso 64 GB).

Penna USB non leggibile

Lo standard USB è nato in un’epoca in cui i computer avevano troppe porte: si voleva sviluppare uno standard universale di comunicazione per tutte le periferiche. I computer moderni tendono, al contrario, ad avere sempre meno porte). Ricordo ancora quando uscirono le prime chiavette USB. All’epoca frequentavo l’università. I floppy erano già piuttosto obsoleti e circolavano moltissimo i CD ed i DVD registrabili col masterizzatore. Queste chiavette furono una vera e propria benedizione: consentivano di portarsi dietro i dati molto agevolmente.

Ho subito risposto alla richiesta di Cosa di Computer dicendo che è perfettamente possibile che un dispositivo legga alcune chiavette USB mentre altri invece no. Il motivo è semplice: ogni dispositivo (sia esso un PC, un notebook o una smart TV) ha un circuito dedicato alla lettura delle porte USB. Questi circuiti non sono gli stessi: alcuni potrebbero essere stati pensati male oppure, per risparmiare, pensati per funzionare con la maggior parte delle chiavette in commercio ma non con tutte.

Se hai una penna USB non leggibile su alcuni dispositivi puoi fare ben poco: l’unica soluzione è cambiare chiavetta. Gli unici dispositivi che le leggono sempre tutte sono i computer, a meno che non siano proprio difettose (in tal caso puoi direttamente buttarle via). È anche perfettamente possibile che le penne USB di capacità alta (da 64 GB in su) diano problemi, per via di alcune limitazioni legate al filesystem (una parte del sistema operativo che si occupa della lettura e scrittura dei dati). In questo caso è sufficiente usare una chiavetta con capacità più bassa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *