Cosa significa cloud computing? Te lo spiego semplice

Tempo di lettura: 2 minuti

Cloud gaming, cloud Drive… si sentono spesso questi termini. Cos’è sto benedetto Cloud? La parola non ha un significato preciso. In linea generale se vedi o senti la parola “cloud” vuol dire che ci si riferisce ad un qualcosa gestito su internet, o per meglio dire ad un servizio erogato attraverso di essa. “Cloud” in italiano significa letteralmente “nuvola”. La parola è stata adottata in ambito informatico perché nei manuali di rete internet è sempre rappresentata con il simbolo della nuvola. Ma cosa significa cloud computing esattamente?

Cosa significa cloud computing - la nuvola indica sempre la rete internet

Partiamo dalla base. Internet è una rete di servizi. Ad esempio: messaggistica istantanea (WhatsApp, Telegram eccetera), email e web. I servizi su internet funzionano secondo un modello chiamato “modello client-server”: c’è sempre un server che risponde alle richieste di un client. Un server è un computer dedicato gestito da un’azienda, mentre un client è un computer usato da un utente normale, quale ad esempio il tuo PC o il tuo smartphone.

I servizi internet che vengono definiti “in cloud” sono interamente gestiti sul server, al contrario dei servizi tradizionali che sono gestiti dai client. Ti faccio subito qualche esempio per chiarirti meglio il discorso. Il servizio “fatture in cloud” consente di spedire fatture ai clienti senza doverle scrivere e salvare su un PC. I vantaggi sono evidenti: non corri il rischio di perdere i dati e non devi fare i backup.

Altro esempio, che riguarda proprio i backup: i cloud drive. Sono come degli hard disk esterni USB senza cavo, ovvero raggiungibili attraverso internet. Se ti si rompe il PC avrai sempre a disposizione la copia salvata sul cloud. A proposito: se usi Google Drive ti consiglio di smettere di usarlo e di passare all’ottimo servizio gratuito fornito da MEGA, che offre anche il vantaggio della cifratura dei dati.

La cosa più interessante dei servizi in cloud però è che consentono l’esecuzione di programmi in remoto. Il cloud gaming, ad esempio, consente di fruire di videogiochi molto esigenti dal punto di vista dell’hardware richiesto anche su dispositivi datati. Ora sai esattamente cosa significa cloud computing!


Sei già iscritto alle Cose di Computer? Se non lo sei, iscriviti subito: è gratis e non ti invierò spam, promesso!

Vuoi che ti spieghi un concetto informatico? Clicca qui per richiedere la tua Cosa di Computer!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *